Molto spesso capita di confondere le allergie invernali con i disturbi influenzali. In realtà, ci sono alcuni segnali che, se colti in tempo, possono aiutarci a individuarle, in modo da poter intervenire tempestivamente. Andiamo a riconoscerli e a scoprire come agire per evitare problemi nella nostra quotidianità, sia a casa che al lavoro… e persino mentre siamo al volante!

I sintomi da non sottovalutare

Solitamente, le allergie invernali si manifestano con sintomi molto più prolungati e intermittenti, mentre i raffreddori e i malanni di stagione durano mediamente dai tre ai dieci giorni.

Inoltre, la sintomatologia delle allergie si manifesta comunemente attraverso:

  • tosse,
  • asma,
  • starnuti,
  • prurito,
  • lacrimazione oculare,
  • secrezioni nasali.

I sintomi influenzali comprendono invece anche dolori muscolari e alle articolazioni, mal di testa e mal di gola, brividi, sudorazione e disidratazione.

Le cause delle allergie invernali e come prevenirle

Le cause delle allergie invernali potrebbero essere tra le più disparate e concretizzarsi ad esempio in acari, muffe, polveri, peli di animali domestici, prime fioriture di piante (anche da appartamento) e alberi come betulla e cipresso.

Di seguito, vi riportiamo alcuni consigli utili per imparare a prevenirle e gestirle in modo corretto:

  • allontanate gli allergeni come muffe, polveri e acari, foderando con appositi rivestimenti anti-acaro materassi e cuscini, ma anche operando un’accurata e frequente pulizia di lenzuola, tendaggi e indumenti (lavandoli a temperature non inferiori a 60 gradi). Non sottovalutate neanche la pulizia degli spazi esterni ed interni della casa;
  • controllate l’umidità dell’aria con appositi purificatori ambientali (non deve superare la soglia del 50%);
  • assicuratevi di fornire un’adeguata idratazione al vostro organismo, bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno;
  • abbiate premura di eseguire un’accurata igiene dei vostri animali domestici.

Altri suggerimenti da non sottovalutare

Chiaramente, tutte le indicazioni sopraelencate potranno fare la differenza nel vostro quotidiano. Tuttavia, è utile considerare altri due passi fondamentali: avvalersi della consulenza di un medico e pensare al tempo passato in auto. Pertanto, gli altri suggerimenti da seguire per alleviare e/o prevenire le allergie invernali ormai alle porte sono questi:

  • Nel caso abbiate un sospetto di allergia, è sempre consigliabile effettuare test allergici, nonché rivolgersi a un medico specialista per ottenere una corretta diagnosi e terapia.
  • Non sottovalutate il tempo passato in auto: l’aria – che respirate al suo interno – viene correttamente filtrata? È salutare, pulita e ideale per mantenere in salute tutti coloro che saliranno nel vostro veicolo?

Molto spesso sottovalutiamo un piccolo ma importante dettaglio: basta cambiare il filtro abitacolo e scegliere quello giusto per fare la differenza. Ricordate che micronAir® blue è stato studiato proprio per offrire il meglio ai suoi utilizzatori e, al momento, si presenta come l’unico filtro abitacolo che limita completamente il rischio di allergie, malattie e problemi all’apparato respiratorio durante la guida.

Perciò, prendete in considerazione questo piccolo cambiamento che può migliorare nettamente il tempo passato in auto (e non solo!). Il risultato? Niente più tosse provocata da polveri sottili, niente più lacrimazione e starnuti causati dalle allergie invernali e non solo… Insomma, solamente aria pulita!