L’automobile è sicuramente una delle proprietà più importanti per una persona. Infatti, in una società come quella dei nostri giorni, è davvero difficile riuscire a lavorare o ad organizzarsi senza un’automobile. Pertanto, averla può fare una positiva differenza nella nostra quotidianità. Tuttavia, bisogna anche fare attenzione alla sua manutenzione.

Prendersi cura della propria auto è indispensabile, anche perché un danno, dovuto a una scarsa premura, può tramutarsi in una riparazione tutt’altro che economica. In più, in alcuni casi, non prendersi cura della vettura e di alcuni suoi componenti può tramutarsi in alcune problematiche che non favoriscono la nostra salute.

Per questi motivi, abbiamo deciso di darvi alcuni consigli riguardanti la manutenzione auto fai-da-te.

Le operazioni di manutenzione da non sottovalutare

Ovviamente, ci sono molte operazioni che non possono essere eseguite in completa autonomia. Pertanto, soprattutto per gli interventi più complessi, è doveroso affidarsi ai professionisti del settore.

Per quanto riguarda quello che è possibile fare da soli, il nostro primo suggerimento è questo: controllate spesso l’olio del motore. Questa operazione andrebbe fatta almeno una volta ogni mille chilometri e dopo un minimo di 5 minuti di tempo dallo spegnimento della vettura.

Risulta inoltre necessario controllare più volte anche il liquido dei freni direttamente dal serbatoio nel vano motore, e assicurarsi che non scenda oltre il livello raccomandato.

Il check delle luci è un altro importante accorgimento da considerare quando si tratta di manutenzione auto fai-da-te. In questo caso, l’intervento si può eseguire accendendo gli anabbaglianti, le quattro frecce e controllando le luci degli stop. Naturalmente, quest’ultima mansione si può eseguire con l’aiuto di qualcuno.

Un altro consiglio, utile per evitare problemi con la propria vettura, consiste nel controllare la presenza di ossido sui terminali della batteria. In questo caso, bisogna allentare il dado del morsetto del cavo di carica negativa e toglierlo insieme a quello positivo dalla sede. Questo compito risulterà per nulla complesso o dispendioso. Tuttavia, va eseguito considerando le dovute precauzioni.

I consigli per la manutenzione auto fai-da-te: il motore a diesel

Per le auto a diesel (ma anche altri modelli), è opportuno controllare i freni almeno ogni diecimila chilometri percorsi. È consigliabile inoltre effettuare un check delle candele. Infine, vi suggeriamo di pulire spesso gli iniettori tramite l’uso di un pulitore da mettere nel serbatoio dopo aver fatto rifornimento.

La sostituzione del filtro abitacolo

L’ultimo consiglio che vogliamo darvi è di non sottovalutare l’importanza della sostituzione del filtro abitacolo. Anche questa è una delle operazioni che potrà diventare parte dei vostri consueti interventi di manutenzione auto fai-da-te.

Solitamente, il filtro abitacolo si trova nel vano motore, sotto il portaoggetti, e andrebbe rimpiazzato dopo almeno diecimila chilometri. In questo caso, potrete mettere alla prova il nostro micronAir® blue. Si tratta di un prodotto studiato per intrappolare al meglio le polveri sottili e gli allergeni che potrebbero andare a compromettere la nostra salute.

Il filtro micronAir® blue ci protegge dai microrganismi grazie ai suoi filtri e alla sua struttura a quattro strati, e migliora notevolmente la qualità dell’aria nell’abitacolo, aumentando il benessere e ottimizzando i livelli di pulizia dell’ambiente. Seguendo i suggerimenti che vi abbiamo dato, diventerete esperti di manutenzione auto fai-da-te e sarete sicuramente molto fieri del vostro operato.